Leggi Calvino e pensi a WEBdeBS

Mi è capitato sotto il naso per caso, ma l’ho trovato calzante…

“Capì questo: che le associazioni rendono l’uomo più forte e mettono in risalto le doti migliori delle singole persone, e danno la gioia che raramente s’ha restando per proprio conto, di vedere quanta gente c’è onesta e brava e capace e per cui vale la pena di volere cose buone (mentre vivendo per proprio conto capita più spesso il contrario, di vedere l’altra faccia della gente, quella per cui bisogna tener sempre la mano alla guardia della spada).
Dunque questa degli incendi fu una buona estate: c’era un problema comune che stava a cuore a tutti di risolvere, e ciascuno lo metteva avanti agli altri suoi interessi personali, e di tutto lo ripagava la soddisfazione di trovarsi in concordia e stima con tante altre ottime persone.” (Il Barone Rampante – cap XIV)

In realtà continua anche con
“Più tardi, Cosimo dovrà capire che quando quel problema comune non c’è più, le associazioni non sono più buone come prima…”

Ma visto la quantità di proposte dello spiedogeddon, direi che la nostra capacità di rinnovare “problemi comuni” è altissima :)

Buon lunedì,

Mariachiara Pezzotti  a.k.a. mery

Comments are closed.