DevSecOps and the hunter-farmer model

Ovvero: anthropology of a schizophrenic job

OMGDevOpsBig

Da qualche tempo è buona prassi accorpare sviluppo e operazioni. Che dire invece della sicurezza? Ha senso incorporare nei processi di sviluppo metodologie che si pongano l’obiettivo di instillare il dubbio, e che richiedano che sia fornito l’onere della falsificabilità fin dai primi momenti della produzione? Come si può garantire un equilibrio efficace all’interno del team, tra le tensioni in gioco, alcune ciecamente costruttive, altre patologicamente distruttive?
Non è facile, si entra in uno spazio schizofrenico che corre il rischio di annichilire le forze in gioco.
Nel mondo business c’è un modello interessante che descrive due diversi atteggiamenti nei confronti degli obiettivi da raggiungere: Hunter e Farmer, uno più aggressivo e orientato alla novità, uno più sociale, orientato al consolidamento. In questo incontro fornirò un’interpretazione di questo modello calato nella realtà dei DevOps, dei DevSecOps e dei team leader, atto alla convivenza agile ed efficace di metodologie antropologicamente diverse.

Vi aspettiamo Giovedì 19 Ottobre presso Talent Garden alle ore 19! Iscrivetevi qui !

Comments are closed.